Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi


Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 012

Margherita Guidacci

Prose e interviste,  a cura di Ilaria Rabatti .

ISBN 88-87296-62-6, 1999, pp. 160, formato 140x210 mm., Euro 10,00 – Collana “Egeria” [4].

In copertina: Edward Munch, Due donne sulla spiaggia, 1888 c.

indice - presentazione - autore - sintesi

10,00

Le prose disperse e le interviste di Margherita Guidacci raccolte in questo composito volume, s’innestano, a diverse altezze cronologiche, nella robusta pianta che la scrittrice ha alimentato con la sua linfa spirituale in quarant’anni di intenso lavoro, non solo di poeta, ma anche di critico e saggista attento e di traduttrice esemplare. Pervasivamente nutrite di memorie familiari e domestiche, le Prose, che compongono la prima parte della silloge, scorrono parallele alla poesia della Guidacci e spesso portano i due momenti, come nei Pensieri o nelle Riflessioni (brevi e scarne meditazioni di grande suggestione), ad una straordinaria contiguità. I materiali utilizzati dall’autrice attingono tutti alla sua esperienza di donna, madre ed artista: la realtà, con la sua dialettica di gioia e dolore, di vita e di morte è infatti tutta in campo in queste pagine in cui il linguaggio, sempre folto di immagini naturali, raggiunge senza mediazioni la sostanza delle cose, in una chiarezza comunicativa ed una essenzialità d’espressione che sono il segno distintivo del suo operare. Preziose sono poi le informazioni contenute nelle Interviste della seconda parte della silloge, in cui l’autrice, sollecitata a pronunciarsi sulla sua opera in termini critici, ne offre alcune insostituibili chiavi di lettura.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it