Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 063

Costanzo Preve

Il bombardamento etico. Saggio sull’Interventismo Umanitario, sull’Embargo Terapeutico e sulla Menzogna Evidente.

ISBN 88-87296-77-4, 2000, pp. 224, formato 140x210 mm., Euro 15,00 – Collana “Divergenze” [31].

In copertina: P. Ricasso, Studio di composizione per Guernica. In alto, a destra: francobollo celebrativo dedicato a Primo Levi (1919-1987).

indice - presentazione - autore - sintesi

15,00

Indice del volume

 

Premessa

 

1. Dalla Divina Commedia di Dante Alighieri
 a Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde

2. Un ospite inquietante: la volontà di non sapere.

3. La storia del Vicino Oriente nel Novecento, premessa indispensabile per comprendere
la Guerra del Golfo del 1991.

4. La storia dei Balcani nel Novecento, premessa indispensabile e per comprendere
la Guerra del Kosovo del 1999.

5. La natura estensiva ed intensiva della moderna società capitalistica globalizzata. Un enigma teorico e storico da svelare assolutamente.

6. La globalizzazione capitalistica contemporanea, una cosa cattiva da chiamare con il suo nome.

7. La mondializzazione umana contemporanea, una cosa buona che resta per ora
una semplice possibilità storica.

8. Il ritorno, la permanenza e la denuncia dell'impostura, compito del pensiero critico nei prossimi decenni

 

 

Capitolo primo

 

LA GUERRA DEL GOLFO DEL 1991 E LA GUERRA DELLA NATO

CONTRO LA JUGOSLAVIA DEL 1999.

UNA SVOLTA DECISIVA PER LA STORIA MONDIALE

E LA CULTURA POLITICA CONTEMPORANEA

 

1.1. Il cuore del problema.

1.2. La guerra del Golfo del 1991
e l'embargo decennale che ne è seguito.

1.3. La guerra della NATO contro la Jugoslavia
e la successiva pulizia etnica
dei serbi del Kosovo del 1999.

1.4. Intermezzo filosofico. La guerra virtuale, inquietante specchio segreto della democrazia virtuale.

1.5. L'impero interno. Il nuovo impero americano e le sue caratteristiche sroriche essenziali.

1.6. L’impero esterno. Il nuovo impero americano e l’americanismo esportato.

1.7. Intermezzo filosofico. Il giusnaturalismo imperiale a corrente alternata ed a geometria variabile e i Diritti dell’Uomo dimezzati.

1.8. Alcune osservazioni conclusive.

 

 

 

 

Capitolo secondo

 

AUSCHWITZ E HIROSHIMA.

IL TRATTAMENTO DIFFERENZIATO,

IL PENTIMENTO AMMINISTRATO

E L'ENIGMA DELL'ATI'EGGIAMENTO
DI COMPLICITA

VERSO LE GUERRE
DELL'IRAK (1991) E DEL KOSOVO (1999)

 

 

2.1. Il cuore del problema.

2.2. L’enigma storico e filosofico del trattamento differenziato di Auschwitz e di Hiroshima.

2.3. L'esperienza di Auschwitz, i "grigi" di Primo Levi, l'antisemitismo redentivo di Hitlere l'Ideologia Demoniaca.

2.4. La bomba di Hiroshima, la "salvezza dei nostri ragazzi" e la Tecnica Onnipotente.

2.5. Intermezzo filosofico.

Il trattamento differenziato, il pentimento amministrato e la doppia destoricizzazione, elementi fondanti dell'ideologia imperiale globale.

2.6. La metafisica del Negazionismo Storico, espressione del complesso di colpa della "destra" della Seconda Guerra Mondiale.

2.7. La metafisica del Giudeocentrismo Storico, espressione del complesso di colpa della "sinistra" della Seconda Guerra Mondiale.

2.8. Alcune osservazioni conclusive.

 

 

 

 

Capitolo III

ALLA RICERCA DI UNA NUOVA IDEA DI RIVOLUZIONE.

LA SITUAZIONE ATTUALE E LE SPERANZE RAZIONALI

CHE POSSIAMO NUTRIRE

SENZA RACCONTAR(CI) DELLE STORIE

 

3.1. II cuore del problema.

3.2. Intermezzo filosofico. Alla scuola di Hegel, di Marx e di Max Weber.

3.3. La situazione attuale, il riformismo peggiorativo, la neolingua orwelliana e gli intellettuali oscuranti.

3.4. Un esempio illuminante. Il riformismo scolastico peggiorativo
e gli intellettuali pedagogisti oscuranti.

3.5. Intermezzo filosofico. La dialettica interminabile di inclusione ed esclusione, complicità e marginalizzazione.

3.6. Lo spazio della resistenza, matrice di ogni possibile cambiamento.

3.7. I nuovi problemi della prevedibilità e della riconoscibilità delle lotte anticapitalistiche.

3.8. Alcune osservazioni conclusive.

 

 

Conclusioni

 

Nota Biobliografica

 

 

 

 

Appendice I

A proposito del caso del pilota Eatherly e della bomba di Hiroshima.

 

Appendice II

A proposito del Giudeocentrismo, del razzismo occidentale antiarabo e della Signora Fiamma Nirenstein.

 

Appendice III

A proposito degli intellettuali francesi e del cattivo giornalismo contemporaneo.

 

 

 

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it