Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Ebook 1050

Franco Toscani

Poesia e pensiero nel «tempo di privazione». In cammino con Hölderlin e Heidegger.

Saggio pubblicato su Koinè (Filosofia ed estetica), Anno XIV, NN° 1-4 – Gennaio/Dicembre 2007; Direttore responsabile: Carmine Fiorillo; Direttori: Luca Grecchi, Diego Fusaro, pp. 60.

indice - autore

download

Indice


La poesia di Hölderlin e l’interrogazione sul “tempo di privazione”
La poesia e la minaccia
Hölderlin, il “tempo di privazione” e la bellezza
Il nesso fra dimensione estetica, religiosa e politica in Hölderlin
La fondazione poetica, il linguaggio e la misura
Il dire dei più arrischianti, il tragico e la chiacchiera
Il linguaggio e la peculiare Stiftung della poesia
L’essenza misurante della poesia
Il dire più dicente come “suprema illusione”
Il dolore ‘sacro’, l’abitare e il misurare poetico
Ragione e sentimento. Per un intelletto d’amore
Il canto dell’Aperto e la mitologia hölderliniana
Per una nuova alleanza fra ragione e sentimento, pensiero e poesia
Pensare e cantare il più profondo e il più vivo
Poesia pensante e pensiero poetante in Hölderlin e Heidegger
L’interpretazione heideggeriana della poesia di Hölderlin
L’abbandono di Heidegger alla potenza del dire poetico hölderliniano
Hölderlin come “poeta dei tedeschi”. Il “tratto proprio” e il “tratto estraneo”
Il sacro e l’abitare in Hölderlin e Heidegger
Poesia e follia di Hölderlin
Sentieri della poesia e del pensiero nella produzione lirica heideggeriana
L’essenza del poetico e il tema del sacro in Hölderlin e Heidegger. Il Geviert e la Innigkeit
Il sacro, il ‘dio veniente’ e l’abitare poetico
La questione del divino, la poesia di Hölderlin e il pensiero post-metafisico
Poesia e religione. Il divino post-metafisico in Hölderlin e Heidegger
Il Dio di Hölderlin, la “gentilezza del cuore” e l’autunno della civiltà
La poesia fluviale e gli Halbgötter
Poesia e pensiero post-metafisico nel tempo di privazione
Il canto, il dono e la cometa

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it