Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 037

Eric Weil

Pensare il mondo. Filosofia Dialettica Realtà.

ISBN 88-87296-72-3, 2000, pp. 152, formato 140x225 mm, Euro 12,00 – Collana “La ziqqurat” [2].

In copertina: Adele Plotkin, Senza titolo (1959); collezione privata.

indice - presentazione - autore - sintesi

12,00

La presente silloge, a cura di Marco Filoni, nasce dall’idea di ripresentare alcuni testi weiliani che, per diverse ragioni, sono ormai difficilmente reperibili. Essa raccoglie saggi di natura diversa, ma nello stesso tempo legati dalla riflessione sui temi indicati dal sottotitolo: filosofia, dialettica, realtà. Chi si soffermi su questi termini vi ritroverà alcuni dei principali motivi dell’opera di Eric Weil – allo stesso tempo prova della straordinaria attualità del filosofo e del suo pensiero. Pensare il mondo: questo il compito del filosofo e del suo sistema, al quale anche politica e morale devono rispondere: un modo di praticare la filosofia o, meglio, il filosofare. Il compito della filosofia consiste nel comprendere, comprendere la scienza, non già comprendere a partire dalla scienza, comprendere la politica, la religione, la poesia, e comprendere il tutto nella sua unità. Compito di Weil è stato quello di capire la realtà, i suoi conflitti e le sue contraddizioni, e ha cercato di costruire una logica, un’etica e una politica all’altezza del suo presente. Weil legge e pensa il mondo dei nostri anni così come il Marx del Manifesto aveva visto il mondo nel suo secolo: non profezie, ma due letture storico-filosofiche – vere e non vere, aperte a ciò che gli uomini intenderanno fare delle loro azioni, cioè della loro storia.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it