Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 098

Renzo Giorgetti

Orologi da Torre Storici della Provincia di Pistoia.

ISBN 88-87296-51-0, 2001, pp. 272, formato 170x240 mm., € 20,33.

In copertina: Orologio da parete in stile liberty, con quadrante in maiolica policroma (disegnato dall’architetto Tito Azzolini) situato nella parete destra dell’atrio del palazzo della sede centrale della Caripit in Pistoia.

indice - presentazione - autore - sintesi

20,33

Presentazionetc "Presentazione"

Le torri ed i campanili, quali simbolo di aggregazione sociale e di funzione pubblica, hanno sempre uno straordinario fascino per tutti. Su di essi spesso sono collocati gli orologi pubblici, che costituiscono un patrimonio artistico e culturale di non secondaria importanza, quando si pensi che queste incredibili macchine del tempo, con i loro congegni ed ingranaggi complessi, sono frutto di un artigianato specializzato ed opere di manualità uniche ed irripetibili.
La provincia di Pistoia e soprattutto la Montagna Pistoiese, sono un vero e proprio museo itinerante, che conserva nelle torri e campanili una sorprendente quantità di manufatti artigianali assai antichi.
Basti pensare che a Lizzano si conserva ancora un orologio, quasi funzionante, datato all’anno 1563, che nella pieve di San Quirico di Valleriana, nella Svizzera Pesciatina, si trova un orologio della fine del XVI secolo e che nei campanili si trova qualche decina di congegni della prima metà del Settecento.
La ricerca, frutto dello studio di documentazione d’archivio su tutta la provincia, ha permesso di raccontare le origini e le vicende storiche di n. 98 orologi da torre meccanici di cui n. 68 tuttora esistenti. Il volume viene corredato con numerose foto dei quadranti e dei telai, utilizzando anche rare foto d’epoca, ma soprattutto con una notevole quantità di notizie inedite relative alla costruzione e riparazione degli orologi fino ai giorni nostri.
Uno degli scopi del libro, oltre quello di far conoscere ed apprezzare un patrimonio nascosto e poco noto, è quello di stimolare la conservazione e la tutela di questi telai storici, che testimoniano un passato di tradizioni ed artigianato locale.
Alcune schede di orologi della Montagna Pistoiese sono già state inserite in un volume pubblicato nel 1999 dallo scrivente e dalla professoressa Gabriella Aschieri, dal titolo “Itinerario degli orologi da torre della Montagna Pistoiese”.
Ora lo studio sugli orologi è stato ampliato ed esteso a tutta la Provincia, con nuova documentazione storica per una visione più completa dell’argomento.
Ringrazio per la disponibilità il personale degli Archivi di Stato di Pistoia e di Pescia, gli addetti degli Archivi Storici Comunali e delle biblioteche nonchè la signora Piera Iacomelli conservatrice dell’Archivio della Curia Vescovile di Pistoia e la dr. sa Lucia Cecchi conservatrice dell’Archivio Diocesano di Pistoia.
Un ringraziamento ai parroci che hanno consentito l’accesso agli orologi nei campanili delle loro chiese.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it