Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 153

Giuseppe Bailone

Il Facchiotami.

ISBN 88-87296-70-7, 1999, pp. 176, formato 170x240 mm., Euro 15.

In copertina: Disegno di Marco Bailone.

indice - presentazione - autore - sintesi

15,00

La filosofia è una fiaba?
L’incontro con una lingua nuova, la musica e il ritmo
delle preghiere dell’asilo fondono insieme parole diverse:
fa’ che io ti ami.
Nasce un fantasma dal fascino irresistibile.
Questo libro è un viaggio alla ricerca del Facchiotami.

Dai sogni infantili ai sogni della ragione.
Dal mulino paterno alla Babele della rivoluzione informatica.
Alla riscoperta del mondo contadino, dei suoi proverbi,
dopo la sconfitta del ’68,
per capire che le gambe dei cani non si cambiano ma i cani sì,
che l’utopia è possibile se impara dall’agricoltura
a misurarsi con le radici del reale.

Una visita ai centauri di Hobbes.
Una fuga con Socrate e il figliol prodigo
dopo la festa per il ritorno.
Un incontro con il giovane ricco in cerca della perfezione.
Un viaggio sulle navi di Platone, di Marx e di Protagora.
Un salto di Eloisa e Abelardo fuori della storia.
Un tentativo di riordinare le parole messe in agitazione
dal cedimento dell’ordine alfabetico.
Il gusto di riaprire pagine definitive.
La sorpresa di scoprire ciò che da sempre è sotto gli occhi.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it