Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 043

Federico Dinucci

Materialismo aleatorio. Saggio sulla filosofia dell’ultimo Althusser.

ISBN 88-87296-20-0, 1996, pp. 80, formato 140x210 mm., Euro 8,00 – Collana “Divergenze” [14].

In copertina: Disegno di M. Vulcanescu.

indice - presentazione - autore - sintesi

8,00

Nel 1980 il filosofo Louis Althusser, in preda ad una crisi acuta di follia, uccise la moglie Hélène. Da quel momento, e per oltre dieci anni, di lui non si seppe praticamente più nulla.

 

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1990, è cominciata la pubblicazione del vasto corpus degli inediti. In mezzo a quegli inediti, sono stati rinvenuti alcuni testi filosofici risalenti agli anni Ottanta, testi estremamente innovativi ed interessanti, nei quali viene proposta una nuova filosofia: il materialismo aleatorio. Si tratta di un originale tentativo di fondere la tradizione materialistica con le punte alte del pensiero filosofico (Epicuro, Machiavelli, Spinoza, Hobbes, Rousseau, Heidegger e Marx), di proporre una lettura non finalistica della storia, di far entrare l’aleatorio e il casuale nella definizione stessa di filosofia.

 

Rendendo accessibili testi e riflessioni attualmente non disponibili in lingua italiana, questo saggio intende stimolare la ripresa di un serio dibattito filosofico su Althusser. È per questo motivo che si è insistito sull’aspetto problematico, sulle sfide e sui pericoli che il materialismo aleatorio, con la sua stessa esistenza, pone.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it