Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 089

Alessandra Lombardi

Dal “Gruppo di Difesa della Donna” alle prime elezioni democratiche (1944-1946).

ISBN 88-87296-80-4, 2002, pp. 88, formato 170x240 mm., € 10,00.

In copertina: Alberta Fantini Sambusida, dirigente del “Gruppo di Difesa delle Donne” di Pistoia.

indice - presentazione - autore - sintesi

10,00

La ricerca di Alessandra Lombardi sui “Gruppi di difesa della Donna” va finalmente a coprire un tema trascurato dalla storiografia, almeno nella nostra provincia.
Questa raccolta di testimonianze al femminile, recuperate con passione dalla ricercatrice pistoiese, quasi “in zona Cesarini”, come si direbbe in termini sportivi, ci permetterà di aprire nuove finestre sulla Resistenza pistoiese, che attende ancora la sua completa ricostruzione storica e la sua collocazione nel contesto sia regionale che nazionale. Il libro di Alessandra Lombardi costituisce un importante tassello di quest’opera e si contraddistingue sia per le numerose storie minute, che racconta, sia per l’ampia documentazione utilizzata sia per l’estensione del periodo preso in esame, che arriva fino alle prime elezioni amministrative. Non va dimenticato, infatti, che la conquista del voto alle donne è il punto terminale delle lotte per la democrazia condotte per mezzo secolo, ma rimane legata specialmente all’epopea resistenziale. Aver colto questo aspetto ed averlo indagato fra mille difficoltà di reperimento dei dati e dei documenti è un ulteriore merito dell’autrice.
L’Istituto Storico Provinciale della Resistenza è soddisfatto di presentare nella collana “Studi e Documenti” questo lavoro di Alessandra Lombardi che riapre l’interesse per il periodo della Resistenza, auspicando che la pubblicazione trovi un’adeguata diffusione presso tutti coloro che abbiano interesse per la storia di quel periodo e presso gli istituti scolastici.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it