Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 090

Luca Grecchi

Il pensiero filosofico di Umberto Galimberti. Presentazione di Carmelo Vigna.

ISBN 88-7588-086-7, 2006, pp. 272, formato 140x210 mm., € 18,00 – Collana “Il giogo” [10].

In copertina: “Il pensatore”, Terracotta. Metà del IV millennio a. C. Museo di Storia di Cernavoda (Romania).

indice - presentazione - autore - sintesi - invito alla lettura -

18,00

 

Indice del volume

Indicetc "Indice"
Presentazione
di Carmelo Vigna

Introduzione


CAPITOLO I
Pensiero sacro,
pensiero simbolico,
pensiero aurorale

Il pensiero sacro

Il pensiero simbolico
La logica, la dialettica e il simbolo
Il simbolo e il sentimento
Il simbolo come duplice apertura:
all’originario ed al mondo
Il simbolo e il segno
Il simbolo e la religione
Jaspers e il simbolo
Jung e il simbolo
Heidegger e il simbolo

Il pensiero aurorale
Descrizione
L’Aurora come condizione originaria
Le scansioni del pensiero aurorale
a) Il pensiero dei “primitivi”
b) Il pensiero dell’Oriente
c) Il pensiero della Grecità
Anassimandro
Eraclito
Parmenide
d) Il pensiero gnostico
e) Nietzsche, Jaspers ed Heidegger


CAPITOLO II
Il pensiero metafisico

La metafisica
Jaspers e la filosofia
Heidegger e la filosofia
La fede filosofica
Essere, pensiero, linguaggio
Essere
Pensiero
Linguaggio
La verità
Platone padre dell’Occidente?
La “composizione” di Galimberti
L’essenza dell’uomo
Uomo ed animale
La carenza biologica dell’uomo
Senso della vita e felicità


CAPITOLO III
Il pensiero simbolico e il pensiero metafisico

La necessaria composizione metafisico/simbolica
Il rapporto con Emanuele Severino


CAPITOLO IV
L’anima e il corpo

L’ errore del dualismo
L’anima
Il corpo

CAPITOLO V
L’Occidente

Considerazioni generali sull’essenza dell’Occidente
Simbolo, filosofia e scienza
Critica della mentalità scientifica
Alle radici dell’Occidente: la Grecità
a) La Grecità aurorale
a1) La contemplazione della natura
a2) La ciclicità del tempo
b) La Grecità platonica
b1) L’astrazione concettuale
b2) La giusta misura

Alle radici dell’Occidente: l ’Ebraismo
Alle radici dell’Occidente: il Cristianesimo
Il tramonto dell’Occidente
a) L’inaridimento progressivo dell’Occidente
b) La debolezza antropologica dell’Occidente
c) La notte dell’Occidente (e del mondo)

CAPITOLO VI
La psicologia

La rifondazione della psicologia
Psichiatria e fenomenologia
Pars destruens e pars costruens
La fenomenologia della alienazione mentale
L’amore
La sessualità


CAPITOLO VII
La totalità sociale contemporanea

I vizi capitali e i nuovi vizi
La scuola
I mass media
La tecnica: definizione e problematiche
La tecnica e la totalità sociale
Quale progetto?


CAPITOLO VIII
La critica

La critica di Massimo Bontempelli
La critica di Emanuele Severino

Bibliografia

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it