Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 135

Luca Grecchi

L’umanesimo della antica filosofia greca. 

ISBN 88-7588-016-6, 2007, pp. 176, formato 140x210 mm., Euro 15 – Collana “Il giogo” [21].

In copertina: Moskophoros (particolare); 570 a.C. circa. Marmo. Atene, Acropolis Museum.

indice - presentazione - autore - sintesi - invito alla lettura -

15,00

Questo libro si propone come una complessiva interpretazione umanistica della filosofia greca antica. Opponendosi alla maggioranza delle interpretazioni finora succedutesi, Grecchi tenta qui di dimostrare errate: a) la tesi del sostanziale fisiocentrismo della filosofia greca; b) la tesi del sostanziale teocentrismo della filosofia greca; c) la tesi del sostanziale ontocentrismo della filosofia greca. Nonostante la rilevante presenza, spesso peraltro fortemente interconnessa, delle tematiche inerenti la natura, il divino e l’essere, fu infatti sempre l’uomo ad occupare il centro del pensiero greco.

L’umanesimo cui si farà qui riferimento è in effetti da intendere come la fondamentale ricerca della compiutezza razionale, morale e simbolica dell’uomo, all’interno dei limiti posti dalla natura. Questa ricerca fu propria del pensiero greco ma, poiché la Grecità non ha esplicitato questo contenuto (umanesimo è termine che non appartiene al pensiero greco), raramente i grandi interpreti filosofici l’hanno riconosciuta come centrale.

Grecchi cerca di dimostrare le proprie tesi non solo passando in rassegna le principali interpretazioni della Grecità che si sono sviluppate nella storia della filosofia, ma soprattutto esaminando tutti i contenuti del pensiero greco: dall’epica omerica alla mitologia esiodea, dalla poesia lirica al teatro, dai frammenti sapienziali al pensiero preplatonico, per giungere ai classici Socrate, Platone, Aristotele ed oltre, fino al III secolo a.C., con Epicureismo, Stoicismo, Scetticismo ed Eclettismo.

Questo testo costituisce la base di riferimento di altri tre libri di Grecchi: L’umanesimo di Platone, L’umanesimo di Aristotele e L’umanesimo di Plotino.


© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it